Editoriale SECONDO NUMERO

  Siamo nati quasi per caso, una notte della scorsa estate: non riuscivo a dormire perché pensavo ad una proposta che mi aveva fatto un mio amico in chiostro, cioè fondare un giornale letterario; all’inizio non ne ero convinto, ho titubato a lungo… però intanto ci pensavo, ne covavo un languore. Quella notte presi il…

Se non per caso – Fepa

I luoghi, i fatti, le persone, i nomi di questo racconto sono assolutamente fantastici e non possono esservi trovati riferimenti con la realtà, se non per caso. Sempre la solita frase che mi gira per la testa. Esisterà affermazione più falsa? Nessun riferimento, se non per caso. Questo è quello che scrivono all’ingresso di ogni…

Breve cronaca di una morte – Bianca Giacobone

Un giorno Marisa si svegliò paralizzata in un letto. Poteva muovere soltanto gli occhi. Quel giorno, la mente di Marisa urlò e strepitò, e si accanì contro se stessa e contro la paralisi. Ma chi era a vegliare accanto alla donna non si accorse di nulla. La mente strepitava, Marisa si contorceva disperata, il suo…

Recidivo – Michele Caponi

Priscilla Appallottolata sul fondo della sua gabbietta, Priscilla dava inizio al suo terzo giorno di quasi totale immobilità. Chi l’avesse vista per la prima volta avrebbe probabilmente ipotizzato che si trattasse di una palla da tennis, o di qualche altro giocattolo di quel luna-park in miniatura. Niente affatto. Fino alla settimana precedente, infatti, Priscilla era…

Pet Shop – Davide Paone

Cappello Tac… tic… tac… tic… Palo bianco, orizzonte sfocato, palo bianco, orizzonte sfocato. Una casa, la tua. Modesta e accomodante in cui ritirarsi quando di questo mondo si hanno le biglie piene. Più in là l’alta fontanella per abbeverarsi e lo spaccio del cibo arrivato da oltre le celesti lontananze. Gli amati paletti bianchi si…

Tatiana – Lucia di Giovanni

Rimbalzano sui rami ancora spogli i raggi del sole, fanno visita alle borse semiaperte delle ragazze e incontrano le prime audaci spalle nude che accolgono l’inizio del caldo primaverile. Tatiana cammina con passo sicuro. Le sue spalle sono ancora coperte, perché il sole, quando l’ha raggiunta, mentre faceva scivolare il vestito sul corpo ancora intorpidito…

Rovesciamenti – Victor

Storia in forma di rosa. Fuori il cielo era terso, nervoso; dava sul nevischio, si avvicinava la primavera. Per il resto non ho alcuna intenzione di dirvi cos’è successo veramente: non credo più nella necessità di una coerenza dal giorno di cui ora vi scriverò. Quella mattina avevo fatto colazione in fretta perché ero in…