È miasma periodico (memoria episodica) – Eleonora Daniel

In principio era… Alla nascita il suo viso di bambino era il viso d’un normale bambino, guance, manine, cavernosi occhi dolci persino nei momenti di ripugnanza, un naso che sbrodola muco o un pannolino da cambiare; né nei mesi successivi qualcuno s’accorse d’alcuna particolarità. V’era sì stato qualche pianto improvviso, dopo un sorriso buttato giù…

Dei diavoli e dei coperchi – Michele Farina

C’era una volta, e ancora c’è, il Diavolo. Deciso a regalarsi un manicaretto d’eccezione per il suo compleanno, venturo da lì a due giorni, ordinò ai suoi servi di rubare l’uovo di Sterna Canente della regina. L’uovo viaggiava in coda ad una carovana verso la fiera di Mirabilia, protetto dal valoroso Cavaliere di Spade. Lì…

Estreme volontà – Matteo Mazzucchi

La settimana prima era andato al funerale del vecchio amico Taddeo, nella chiesa del paese vicino. Dicono che i funerali sono un brutta cosa, ma si sbagliano. Cosa sono in fondo i funerali? Occasioni per rivedere vecchi amici, per parlare dei tempi andati e poi, perché no, per bere tutti quanti in osteria. Anche in…

Cuoremalatto – Fabio Rivolta

AZIENDA OSPEDALIERA SAN GERARDO REFERTO MEDICO DEL 24-09 DIAGNOSTICATA FIBRILLAZIONE ATRIALE CONNESSA A FENOMENI DI ARITMIA CARDIACA Marta fu la prima ad accorgersene. Stavamo sdraiati lì sul letto. La sua testa poggiata sul mio petto. «Perché il tuo cuore mi sta inviando un messaggio in morse?». Questa era una di quelle volte in cui, pur non…

Settantasette trucchi per rompere il ghiaccio – Michele Farina

Sul punto di varcare la soglia del Ten Bells volle essere ben sicura di aver seminato la coppia di sbirri che aveva iniziato a tallonarla all’altezza di Whitechapel street: nessun piedipiatti in vista. Quei pedinamenti erano una scocciatura, specialmente dopo il tramonto, ma da esperta mestierante qual era, Annie riusciva sempre a far perdere le…

Sarà come amarti – Martina Ciaramidaro

  «Buon giorno mia cara, dormito bene?» I suoi occhi si schiusero a rilento, tentando di abituarsi alla flebile luce di quella stanza. Proveniva da una qualche lampada troppo lontana perché il volto della persona di fronte a lei fosse illuminato. La colpì la tonalità di quella voce, era calda e bassa, troppo bassa per…

Lacrime – Ambrogio Arienti

Ogni volta che i suoi occhi si posavano sulla vecchia casa di riposo di Baskerville, si impossessava di lui una strana sensazione. Prima di entrare si soffermava sempre sulla desolata facciata dell’edificio, un tempo di un grigio neutro e semplice, poi lentamente degenerato in un colore cupo e decadente, lordato da lacrime di sporcizia sgorgate…

410, Lare – Matteo Mazzucchi

-Maledizione! Le fiamme sono dappertutto! Dovevo dare retta al prete, dovevo… Una trave crollò davanti al volto di Renato, bloccando il flusso dei suoi pensieri meglio di una diga. Si voltò a destra. Si volto a sinistra. Vide solo fiamme e mobili preziosi che si disgregavano in montagnette di cenere. Allora si copri col mantello…

7200, Il Veltro Ucciso – Davide Paone

SPLANF! E poi, una luce. ‹‹Benvenuto›› una voce che veniva da dietro la luce ‹‹abitante del futuro! Benvenuto›› ‹‹Oh… Cosa? Sì, grazie, sono [pausa] felice di essere, [pausa] di essere qui›› un’entrata tutt’altro che spettacolare. Ma come diamine sapevano che venissi dal futuro? Che noi potessimo viaggiare nel tempo? ‹‹Sono giunto›› tentai di riavvolgere la…

Bianchi e Negri – Giuditta Fullone & Matteo Mazzucchi

“Che aria di morte!” pensava Giovanni Bianchi mentre si inerpicava sulla cima priva di alberi del monte Stella a Milano. Uno strano Sole al tramonto aveva rivestito di una luce rossastra e sanguigna i tetti dei palazzi e le cime stecchite degli alberi, donando con quella stessa carezza un po’ di vita al volto bianchiccio…

L’amore è un fardello – Anna Ceccarello

Io la giornalista ho sempre sognato di farla. Mettermi lì, raccontare il mondo al mondo, spiegare nei minimi dettagli cosa andasse bene e cosa andasse male, scrivere di assassini, di politici corrotti, del mafioso pentito, del tifoso esagerato, del vicino di casa che ruba il gatto alla nonna del suo migliore amico per vestirlo da…

Dall’altra parte – Eleonora Alimenti

    Apro gli occhi e respiro come fosse la prima volta. Il collo mi fa male da impazzire, un dolore bruciante come una collana arroventata contro la pelle. Intorno vedo solo una penombra grigia, muri lisci e sul pavimento ombre traslucide di mobili appena spostati. Dove mi trovo? Scandaglio gli ultimi ricordi: io e…