Ricochet – Ambrogio Arienti

Le pareti della stanza erano di un bianco accecante. La luce ballerina di una lampadina malamente fissata al soffitto rendeva ancora più sfolgorante l’effetto del colore, che dominava ovunque, invadendo persino la pavimentazione. Gli arredi circostanti erano anch’essi bianchi, così come gli infissi della finestra che campeggiava di fronte a me. Era totalmente spalancata, ma…

Bistro – Priscilla Buongiorno

«Signori…È tutto pronto?» «Tutto pronto Madame. Possiamo alzare il sipario!» Nei giorni precedenti tutto era stato eccitata confusione, tutto un correre e organizzare. Parigi una scatola di coriandoli mossi dal Maestrale, la Senna bruciava del sole primaverile che sembrava volesse benedire quell’insolita impresa. Un ultimo sguardo tra i presenti girò di volto in volto fino…

1432, Apparizione – Priscilla Buongiorno

Quando nasci in un secolo come quello in cui io vissi t’insegnano a credere a molte cose, ma prima di tutto t’insegnano a credere a Dio Onnipotente, alla Beata Vergine madre Sua e a costruire la vita intera sopra quei principi che la Santa Madre Chiesa si premura d’insegnare. Io, come esponente della mia generazione,…

Il merlo rosso – Eleonora Alimenti

  Fuggirono verso il futuro inseguiti dai gendarmi di quel che era stato. “Tranquilla troveremo un posto, tutto si sistemerà” Lei gli risponde: “Non lo so, adesso che ci amiamo chi ci proteggerà?” Salirò al monte, troverò gemme per la tua fronte e vivrò fra le onde
poi me ne andrò tuffandomi nelle ombre.
 Aurora ha…

La Felicità – Anna Ceccarello

  2 mesi, 6 giorni, 4 ore, 20 minuti, 19 secondi e 16 centesimi. Ecco quanto è durata la mia agonia. Il primo giorno dopo essermi liberata, la prima cosa che ho scelto di fare è stato rannicchiarmi; chiudermi in me stessa e poi stendermi in tutta la mia lunghezza: volevo avvolgere l’aria, sentirla passarmi…

Lina – Priscilla Buongiorno

Tracce sul pavimento, piccoli cerchi rossi occhieggiano, qualche strisciata, poche impronte di piedi s’inseguono sui fogli grigi cosparsi più o meno ordinatamente sul guscio di marmo della stanza. Lo proteggono. Lo proteggono dall’enfasi creatrice dei suoi lavori, finché esausta ci si abbandona con il pennello che lentamente scivola dalla mano, vuoto, senza vita, senza più…

Compleanno – Samuela Serri

Tenace netto e preciso reciso, come da tronco d’albero spiccato il tempo l’immagine, la mica rilucente, ora ricordo. A sprazzi, hai tracciato l’invidia col dito dell’epoca arsa, di ceppi passati residui di ceneri, morbide braci di seta non resta che quella vertigine, fuligginosa nei fili arabeschi di giovinezza restata incompiuta di fumi e vapori ad…