Date

L’escamotage strutturale che unisce i racconti Ogni mese – o due – la redazione sceglie qualcosa che attraversi i racconti, un piccolo perno attorno al quale scatenare la fantasia. Almeno una volta tutti noi abbiamo pensato che avremmo vissuto una vita migliore in un’epoca diversa. Almeno una volta abbiamo pensato di essere nati nel secolo sbagliato…

Specchio a due

L’escamotage strutturale che unisce i racconti Ogni mese – o due – la redazione sceglie qualcosa che attraversi i racconti, un piccolo perno attorno al quale scatenare la fantasia. “Oh, Kitty, come sarebbe bello se potessimo passare attraverso lo specchio ed entrare nella Casa dello Specchio! Sono sicura che ci sono delle cose bellissime là…

Personaggio secondario

L’escamotage strutturale che unisce i racconti Ogni mese – o due – la redazione sceglie qualcosa che attraversi i racconti, un piccolo perno attorno al quale scatenare la fantasia. Dare spazio a chi di spazio non ne ha avuto abbastanza, a quei personaggi che sono stati plasmati nel mondo della finzione e poi lasciati ad…

I wanna be yours – Priscilla Buongiorno

12 novembre 1978 Sembra un’ottima serata per fare due passi. Ho deciso di uscire. In qualche modo i miei sensi mi portano qui, dove la luna esce dalla sua tasca invisibile di cielo e mi guarda prima di cadere come una moneta pronta a tintinnare sul marciapiede umido. Ho indossato il mio vestito migliore, le…

Disamore – Samuela Serri

A Dino: al suo romanzo che ho molto amato Amare nonostante le distanze; non potere non amare; amare la bestia che scendendo mi divora, mi azzanna le caviglie. Milano asfalto umido rovine di città e mura di metropoli L’autunno è la morte ma l’inverno l’inverno è uno stato mentale. Pietrificata, ossea e sanguigna la carne,…

JAILHOUSE ROCK – Giuditta Fullone

L’avevano studiato a lungo, quel piano. Era nato quasi per caso, buttato lì con noncuranza, con la premessa: “Dimenticate quello che sto per dirvi, tanto è impossibile…”. Ma quell’idea piaceva e così tutti avevano cominciato a pensarci. Il piano aveva allora preso corpo e per giorni interi era stato scritto, riscritto, stracciato, recuperato dal cestino,…

Osservate come crescono i gigli del campo – Davide Paone

«Osservate come crescono i gigli del campo: non faticano e non filano.» Mt. 6, 28 Dentro c’è un’attesa che non m’aspetto al vento che pesa sull’erba statico; porta la rotta tesa al soffio stretto, dalla fronda serba e scocca il fischio nell’amplesso di frusciare senz’acque. A Dio pure questa mia smania diede il tempo di…