Anima Inefficace – Fepa

Forse non vale nemmeno la pena di ascoltarla. L’esistenza ne è piena di cose che non meritano di essere prese in considerazione: perdite di tempo, disturbi fra chi condivide spazi comuni, sottili e silenziose invasioni, inutilità assolute. Ci aveva provato per ben tre volte a fare in modo che tutto andasse bene, a vivere, ma…

Cinque corone – Fepa

…Pensieri soli e persone che non esistono. Io non credo che le persone esistano veramente, a volte spariscono infatti e di loro non resta niente, se non un sussurro mentale, immaginario alle volte, di tempi con loro condivisi. Quando spariscono è come se non fossero mai esistite. Di chi è la colpa? Di chi sparisce?…

Cuoremalatto – Fabio Rivolta

AZIENDA OSPEDALIERA SAN GERARDO REFERTO MEDICO DEL 24-09 DIAGNOSTICATA FIBRILLAZIONE ATRIALE CONNESSA A FENOMENI DI ARITMIA CARDIACA Marta fu la prima ad accorgersene. Stavamo sdraiati lì sul letto. La sua testa poggiata sul mio petto. «Perché il tuo cuore mi sta inviando un messaggio in morse?». Questa era una di quelle volte in cui, pur non…

Lacrime – Ambrogio Arienti

Ogni volta che i suoi occhi si posavano sulla vecchia casa di riposo di Baskerville, si impossessava di lui una strana sensazione. Prima di entrare si soffermava sempre sulla desolata facciata dell’edificio, un tempo di un grigio neutro e semplice, poi lentamente degenerato in un colore cupo e decadente, lordato da lacrime di sporcizia sgorgate…

Genodramma – Matteo Mazzucchi

12 novembre 2015 È a dir poco incredibile come la gente si faccia ossessionare dal futuro. Si apre il giornale, e tutti gli articoli sono dedicati alla crisi, alla disoccupazione e a una generale incertezza per il futuro. Si apre la radio e ogni parola va alle minacce di qualche terrorista da quattro soldi. Si…

Il male minore – Davide Paone

Arriva il sole “Terrore! Terrore!”, di mezzo nel giorno già cala il portone di quel mezzogiorno nel nero di more; mare di gente, male di cuore cela, nascosto, un male peggiore. Mare di gente, acqua di mare, macchia, puntino, in veste di spore. Macchia concreta, faccia di pietra, punto che vaga, in fondo: la meta….

1252, Gli anni vuoti – Eleonora Daniel

«Questo è un locale. E questa è una birra.» ripeteva fra sé e sé Aurelio Foschi. Guardava ogni cosa come se dovesse confermarne l’esistenza, il battesimo ragionato di chi in qualche modo si è perso per strada. Normale sera di un normale 2015. In quella birreria avevano passato così tanto tempo. Gli venne in mente…

Da qualche parte nell’incompiuto – Ambrogio Arienti & Fepa

  Giacomo: capelli disordinati bruni A pensare troppo viene il mal di testa. E’ questa la frase che lampeggia tra i pensieri di Giacomo mentre caccia i suoi disordinati capelli bruni sotto un cappello di lana nera. Il concetto si perde tra centinaia di altri rovelli mentali di cui non riesce a disfarsi, balugina nei…