Un ricordo tutto per sé – Lucia di Giovanni & Martina Ciaramidaro

“Per tutti questi secoli le donne hanno avuto la funzione di specchi, dal potere magico e delizioso di riflettere raddoppiata la figura dell’uomo.” Virginia Woolf, Una stanza tutta per sé C’è stato un tempo in cui alcune cose erano manifeste anche a noi, nel mondo di quelli che camminano sapevamo che l’universo è più antico…

assenza e presenza – Davide Paone & Michele Farina

IN ABSENTIA Per Giano Specolin, illustratore e filosofo della domenica, la stazione ferroviaria non era un luogo come gli altri, o meglio, era più un non-luogo, e come non-luogo rappresentava al contempo nessun luogo e tutti i luoghi possibili. Va da sè che solo in una stazione ferroviaria Giano Specolin riuscisse ad esprimere la propria…

bean sidhe – Priscilla Buongiorno & Federica Cenname

L’imbrunire si immergeva lentamente in ogni angolo, anche quello più recondito, dell’isola. Quando il sole calava un breve crepuscolo color malva sbiadiva e diventava indaco, oscurando il cielo e tingendo dei toni della notte il verde e incantevole paesaggio incontaminato della valle. Anche il villaggio, così vivace e dinamico durante il giorno, si preparava ad…

Correva il brutto nano – Samuela Serri & Alessio Baratè

Correva il brutto nano Incontro alla sua dama E in sé diceva “M’ama!”, Con la sua rosa in mano. La rosa che la dama Diede per gioco al nano: Le cadde dalla mano. “La prova ch’ella m’ama!”. Correva l’esserino Verso il real palazzo, Correva come un pazzo Incontro al suo destino. Il castello! La chiama!…

Da qualche parte nell’incompiuto – Ambrogio Arienti & Fepa

  Giacomo: capelli disordinati bruni A pensare troppo viene il mal di testa. E’ questa la frase che lampeggia tra i pensieri di Giacomo mentre caccia i suoi disordinati capelli bruni sotto un cappello di lana nera. Il concetto si perde tra centinaia di altri rovelli mentali di cui non riesce a disfarsi, balugina nei…

Virtuale – Eleonora Alimenti & Eleonora Daniel

Andata Binario 1-7 Amalia si rigira la penna tra le dita, sovrappensiero, passano cinque minuti prima che si accorga che il treno si è fermato. È una di quelle stazioni pettegole che quando le incontri non ti lasciano più andare, oltre la coltre delle finestre, dietro una foresta di spalle, una panchina fa capolino ad…

iel e iul – Miriam Fragomeni & Andrea Villa

Lei. Leggevo Medea, in quelle sere. Le sere prima della verità. Erano quelle notti – notte dentro e buio fuori – in cui star sola faceva troppo male e il picchiettare dei pensieri contro le tempie si faceva incessante. Tic tic-tic tic. Credevo di impazzire. Ne avevo una versione un po’ ingiallita, dei tempi del…

Bianchi e Negri – Giuditta Fullone & Matteo Mazzucchi

“Che aria di morte!” pensava Giovanni Bianchi mentre si inerpicava sulla cima priva di alberi del monte Stella a Milano. Uno strano Sole al tramonto aveva rivestito di una luce rossastra e sanguigna i tetti dei palazzi e le cime stecchite degli alberi, donando con quella stessa carezza un po’ di vita al volto bianchiccio…

Segreto taciuto e rivelato – Lucia di Giovanni

Leggevano un libro. Seduti vicini, non facevano caso al brusio pacifico dell’attesa che ondeggiava nell’aula intorno a loro e non sembravano neanche essersi accorti uno della presenza dell’altro. Non ho potuto fare a meno di notarli – avevano gli occhi incollati ai libri – quando è avvenuta una strana metamorfosi: mentre li guardavo i due…