Genodramma – Matteo Mazzucchi

12 novembre 2015 È a dir poco incredibile come la gente si faccia ossessionare dal futuro. Si apre il giornale, e tutti gli articoli sono dedicati alla crisi, alla disoccupazione e a una generale incertezza per il futuro. Si apre la radio e ogni parola va alle minacce di qualche terrorista da quattro soldi. Si…

Doldrums – Federica Cenname

25 ottobre Per quanto non nutra particolare ammirazione per quello strizzacervelli da quattro soldi, che da quando mi ha in cura non fa altro che propinarmi pillole su pillole, ho deciso data la situazione di seguire la teoria del Sig. D. circa il conservare un diario quotidiano dove esprimere liberamente i vari sentimenti avvertiti durante…

Ricochet – Ambrogio Arienti

Le pareti della stanza erano di un bianco accecante. La luce ballerina di una lampadina malamente fissata al soffitto rendeva ancora più sfolgorante l’effetto del colore, che dominava ovunque, invadendo persino la pavimentazione. Gli arredi circostanti erano anch’essi bianchi, così come gli infissi della finestra che campeggiava di fronte a me. Era totalmente spalancata, ma…

Fantasma, Sindrome dell’arto – Michele Minà

Devo raccontarti una cosa davvero buffa, eppure seria, amore, riguardo un amico, un mio amico che di recente ha perso un braccio. No, non ti racconterò di come lo ha perso: il solo ricordo, sai, mi fa salire le lacrime agli occhi, eccole, non hai un fazzoletto? Ti prego, no, aspetta… l’ho io. Si chiama…

Visi noti – Chiara Aquino

Il signor Bonfanti quella mattina si era alzato di malumore. L’aria asciutta che gli seccava le labbra e lo costringeva ad alzarsi più volte durante la notte soltanto per inumidire il cavo orale gli rendeva il sonno meno piacevole, e quasi fastidioso. Inoltre, proprio quella notte, una mosca maligna non aveva fatto altro che ronzargli attorno, sottoponendolo ad…

Il male minore – Davide Paone

Arriva il sole “Terrore! Terrore!”, di mezzo nel giorno già cala il portone di quel mezzogiorno nel nero di more; mare di gente, male di cuore cela, nascosto, un male peggiore. Mare di gente, acqua di mare, macchia, puntino, in veste di spore. Macchia concreta, faccia di pietra, punto che vaga, in fondo: la meta….

Poche paillettes in casa Malfrassi – Eleonora Daniel

Era una palazzina al numero 8 di via Fraternità Umana, incorniciata da una farmacia e un alimentari sempre poco fornito. I residenti si conoscevano tutti. Al primo piano si trovavano l’appartamento della famiglia Gesti, con i suoi due figli adorabili, e quello dei Taciti, che invece di figli ne avevano tre sempre pronti a scorrazzare…

Bistro – Priscilla Buongiorno

«Signori…È tutto pronto?» «Tutto pronto Madame. Possiamo alzare il sipario!» Nei giorni precedenti tutto era stato eccitata confusione, tutto un correre e organizzare. Parigi una scatola di coriandoli mossi dal Maestrale, la Senna bruciava del sole primaverile che sembrava volesse benedire quell’insolita impresa. Un ultimo sguardo tra i presenti girò di volto in volto fino…